Via Caravaggio, 6 - Casarano, Lecce, Italia

Puglia e Salento

Puglia

La Puglia è una terra al plurale, un posto sospeso tra i due mari dell’Adriatico e dello Ionio che nasconde identità diverse, colorate e, soprattutto, luminose.

Natura, storia, tradizione, gusto e spiritualità, la Puglia è un luogo da visitare dodici mesi l’anno!

Salento

Puglia e SalentoLa penisola del Salento è una delle regioni geografiche più famose e magiche d’Italia.

Grazie alle numerose tradizioni di una forte componente spirituale, grazie alla sua cultura gastronomica risalente al V e VI sec. D.C., grazie alla sua arte barocca che decora come centrini ricamati i palazzi e le chiese e grazie alle sue zone balneari più belle della nazione, pulite e incontaminate è riconosciuto come una meta perfetta per vacanze da sogno!

Grazie ai nostri servizi transfer potrete raggiungere Lecce, la città barocca per eccellenza, Ostuni la città bianca o Gallipoli con le sue spiagge paradisiache.

Villa de Donatis organizza pic-nic sotto gli ulivi durante la raccolta autunnale, vi farà assistere all’accensione di grandi falò accompagnata da musiche popolari, organizza escursioni in barca facendovi gustare il pesce pescato e grigliato a bordo, vi accompagnerà a visitare le case aperte al pubblico durante le Tavole di S. Giuseppe a marzo, Villa de Donatis renderà il vostro soggiorno nel Salento indimenticabile!

Villa de Donatis rappresenta in tal modo un nido romantico ed elegante attraverso cui visitare le bellezze e vivere il Salento durante il giorno e godere della quiete lontano dalle zone turistiche la notte.

 

Primavera

Il Salento è decisamente brillante e profumato in primavera! Le mattine fresche di marzo cedono il passo alle prime correnti d’aria più calda e una luce dolce che ci fa sentire subito a casa.

Caratteristici eventi spirituali e tradizionali possono allietare il soggiorno nel Salento.

Puglia e SalentoMarzo

In primavera il più significativo è Le Tavole di S.Giuseppe, una forma molto forte di devozione che spinge alcune famiglie (per grazia ricevuta o come segno propiziatorio) a preparare, il giorno della festa, delle vere e proprie tavole imbandite, preparate secondo regole precise e aperte al pubblico.

Aprile

Un altro evento molto sentito per gli abitanti di Casarano, cittadina in cui è situata Villa de Donatis è la Festa della Madonna della Campana, compatrona della città.

La due giorni di festa inizia la domenica dopo Pasqua: la processione parte dal centro di Casarano e giunge poi sulla Collina della Campana dove si trova il Santuario dedicato alla Madonna.

Il lunedì “Festa dei Cavamonti” o comunemente chiamata “La Campanella”: i terreni circostanti Villa de Donatis per tradizione si affollano di famiglie e ragazzi a fare una seconda Pasquetta.

A maggio svariate sagre allietano la vita dei salentini e dei turisti come quella della ciliegia a Leverano o quella della polpetta a Monteroni di Lecce.

Ci sono occasioni che destano fervore, un’intera popolazione che attende e si prepara. E’ tempo di festa, luminarie, fede, memoria.

Maggio

La Festa della Madonna della Coltura, in programma a fine Maggio, è molto sentita a Parabita, un piccolo centro a 7 chilometri da Villa de Donatis.

Come da tradizione, la Basilica e le strade limitrofe vengono addobbate da imponenti luminarie. Più di due chilometri di gallerie con frontoni alti anche 22 metri e diversi maestri fochisti chiamati per allestire ad arte lo spettacolo pirotecnico. Ogni anno si ripete puntuale il suggestivo e spettacolare incendio del campanile.

Uno spettacolo-appuntamento, la simulazione dell’incendio del campanile che attira migliaia di visitatori. Il campanile svetta nel cielo con i suoi 42 metri di altezza e diventa protagonista della scena nell’ultimo giorno di festa attraverso un’affascinante sequenza cromatica: verde, rosso, oro, azzurro, tra scintile, girandole e bagliori.

 

Estate 

Puglia e SalentoGiugno

Nei giorni 28, 29 e 30 giugno la città di Galatina si riempie di musica, tradizione e gastronomia in occasione della Festa Patronale SS. Pietro e Paolo.

Questa festa è molto sentita e ancora oggi vengono ricordate attraverso la rievocazione delle loro movenze “le Tarantolate”, presenti sino agli anni ’80, che ogni anno si recavano a Galatina per chiedere la grazia della guarigione ai Santi patroni. Galatina si veste di suoni, musica e colori e accoglie moltitudini di persone che vengono ad assistere a questa cerimonia intrisa di storia.

I rituali festeggiamenti religiosi vedranno vari gruppi di Pizzica molto famosi che allieteranno con pizziche e canzoni le serate sino all’alba, diverse bande musicali e una grandiosa gara di fuochi pirotecnici con diverse forme e colori illuminerà il cielo di questo fantastico ombelico storico salentino: Galatina.

Luglio

Un aspetto delle feste religiose che caratterizzano il Mezzogiorno d’Italia è dato dalla presenza delle luminarie. Vi sono poi i fuochi pirotecnici e le bande musicali che, con le bancarelle e le giostre, costituiscono gli elementi insostituibili della festa.

Spettacolari sono quelle di Scorrano, piccolo paese dell’entroterra salentino divenuto in pochi anni la CAPITALE MONDIALE DELLE LUMINARIE. Nei giorni 5, 6, 7, 8, 9 e 10 Luglio Scorrano si illumina in occasione della Festa di Santa Domenica. Tutto diviene occasione per fare festa. Per il popolo è un modo anche per lenire le fatiche del lavoro massacrante dei campi; per gli interni, verranno privilegiate le chiese, per gli esterni verranno coinvolte le piazze, le facciate del convento, dei palazzi e delle chiese, i campanili. Tutta la città si trasforma, all’insegna della meraviglia.

Puglia e SalentoAgosto

Ogni anno a Maglie, un’elegante cittadina, ad Agosto si ripete un importante appuntamento per gli amanti della buona tavola: il Mercatino del Gusto, un evento di ottima qualità culinaria del Salento. Un enorme mercato di cibo, dove degustare cibo di qualità eccellente, prodotto a kilometro zero dalle aziende gastronomiche del territorio salentino, pugliese e del Sud Italia.

Intorno al 10 agosto di ogni anno e per vari giorni, a Cannole, si tiene la famosa Sagra della Municeddha.

Qui si possono degustare le tipiche lumachine di terra, chiamate “municeddhe” (piccole monache) per la patina che viene prodotta per chiudere l’entrata del guscio, che ricorda le cuffie inamidate che un tempo portavano le monache.

Il 15 agosto a Santa Maria di Leuca si celebra la Festa della Madonna dell’Assunta. Tantissimi turisti affollano sin dal pomeriggio il lungomare di Leuca, dove si svolge la tradizionale e spettacolare processione a mare dove la statua della Madonna, sistemata sui barconi addobbati a festa in legno dei pescatori, raggiungono via mare la marina di San Gregorio. Il carattere stupefacente è dato da tantissime altre imbarcazioni dei devoti che si accodano alla barca con la statua della Madonna e si crea, così, una processione molto suggestiva. La conclusione di questa giornata è sancita dal fantastico spettacolo dei fuochi d’artificio che partono dall’acqua e illuminano con tantissimi colori e forme per più di mezz’ora il cielo di Santa Maria di Leuca.

Dal 24 al 26 di Agosto, a Lecce si celebra la Festa di Sant’Oronzo e offre tante belle occasioni per divertirsi passeggiando per le vie cittadine della città barocca salentina.

 

Autunno

Puglia e SalentoSettembre

Settembre è il mese della vendemmia ed è per questo motivo che diviene il mese della condivisione! La raccolta delle uve che andranno a fermentare per diventare vino è un momento, infatti, che potrete vivere insieme ai contadini, un momento di gioia e spensieratezza e a fine giornata, ormai stanchi, potrete godere delle cene nelle cantine con piatti tipici della tradizione contadina salentina. In questo periodo dell’anno, qui nel Salento inizia a diffondersi nell’aria un profumo inebriante di mosto, strade ingombre di Api e furgoncini che portano le uve presso le cantine sociali, trasformando così il Salento in una magia senza tempo!  

Ottobre

Ottobre è il mese della vendemmia, l’inizio della raccolta delle olive e l’inizio dei processi di vinificazione nelle cantine locali e in concomitanza della Festa di San Leonardo inizia anche la semina dei legumi.

(Proverbio locale “Santu Leonardu chianta la fava ca è tardu!” “San Leonardo pianta le fave che è tardi!”).

Puglia e SalentoPartecipare alla raccolta delle olive è un momento in cui si vive a stretto contatto con alberi spesso centenari e si gode della natura salentina in tutta la sua bellezza.

Organizziamo per i nostri ospiti che lo desiderano momenti dedicati alla raccolta delle olive e successivo pranzo pic-nic sotto gli ulivi per respirare appieno il clima e la cultura dei nostri luoghi.

Novembre

Nel Salento Novembre è un mese magico!

La tradizionale Festa di San Martino dell’11 Novembre è, infatti, molto sentita più che in altre parti d’Italia.

In questa data ogni famiglia si riunisce insieme a parenti e amici intorno a una tavola e si mangia insieme durante una lunga cena, fatta di chiacchiere, pasta fatta in casa condita col sugo di carne, carne arrostita e, naturalmente, tantissimo vino.

La festa viene fatta per rievocare il senso di solidarietà e carità dato dalla storia di San Martino di Tours, ma soprattutto per consumare il buon vino novello, essendo il Salento Terra del buon vino!

Ed è per questo che a Villa de Donatis in occasione della Festa di San Martino organizziamo un banchetto prelibato, con tutti i piatti della tradizione popolare salentina.

Inverno

Dicembre

Dicembre è sì un mese invernale, ma capace di conservare un clima caldo e accogliente con tutti i suoi rituali e tradizioni che trascina con sé ogni anno.

A Dicembre a Villa de Donatis c’è un gran fermento per l’arrivo del Natale!

Dagli addobbi natalizi alla preparazione di tutti i dolciumi salentini tipici di questo periodo, a cui è possibile prendere parte, Agnese e il suo staff vivono ogni anno giorni di grande gioia e concitazione per far trovare la location perfettamente accogliente agli ospiti per far vivere loro il calore del Natale.

Gennaio

Anche a Gennaio visitare il Salento ha molti elementi di fascino, soprattutto se ci si sofferma di più nell’entroterra, piuttosto che lungo le coste.

L’evento più importante di Gennaio nel Salento è senza dubbio quello della Focara di Novoli. I giorni più importanti di festa religiosa sono il 16 e il 17 Gennaio, giorni in cui la festa richiama migliaia di visitatori grazie all’accensione il 16 Gennaio della Focara (espressione dialettale per “falò, uno dei più alti al mondo, che da secoli i novolesi creano e accendono (inizialmente per culti precristiani) in corrispondenza dei solstizi e degli equinozi solari e della rimonda e potatura della vigna e degli ulivi. Centomila tralci di legno e di vite infatti vengono accatastati con pazienza e costanza da gente del posto che vi lavora per ottenere un grande cono alto circa 25 metri e largo alla base 20 metri.)

Febbraio

Nel Salento Febbraio è un mese molto molto ricco di eventi.

Tra la Festa della Candelora e Carnevale in questo mese infatti i nostri ospiti non avranno di che annoiarsi!

La Festa della Candelora è una tradizione che si ripete da lunghissimo tempo con fiere e musica popolare a Specchia così come a Martano (Lecce) comune della Grecia Salentina. La Candelora è una Festa Cattolica. Il 2 Febbraio si celebra la Presentazione del Signore, chiamata volgarmente festa della Candelora, perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”.

La Festa della Candelora è anche detta della Purificazione di Maria, perché secondo l’usanza ebraica, una donna, per un periodo di 40 giorni dopo il parto di un maschio, era considerata impura e doveva andare al Tempio per purificarsi. Il 2 Febbraio cade appunto 40 giorni dopo il 25 dicembre, giorno della nascita di Gesù.

Al termine dei 40 giorni, quindi, quando Maria fu di nuovo pura e poté uscire in pubblico, vi fu la presentazione di Gesù al Tempio. Il rituale della purificazione prevedeva che si accendessero dei ceri che dovevano essere portati in processione solennemente.

La Festa della Candelora nel Salento segna il passaggio fra l’inverno e la primavera, ma, se in questo giorno il tempo è brutto, l’inverno durerà un altro mese almeno e bisognerà, quindi, aspettare ancora che il freddo passi del tutto.

Carnevale

Tra gli eventi più importanti della Puglia, insieme a quello di Putignano, c’è sicuramente il Carnevale di Gallipoli. E’ l’evento che coinvolge indistintamente tutta la popolazione locale; centinaia, infatti, sono gli addetti ai lavori dai più piccoli ad intere famiglie che chiuse nei capannoni fino a tarda ora, si dedicano ad anellare veri e propri capolavori di carta i giganti buoni i celebri carri allegorici che maestosi ed ironici sfilano per le strade di Gallipoli.